online services red

CORSI

OFFERTA FORMATIVA

CORSI

OFFERTA FORMATIVA
online services red

STUDIO

RECORDING & PRODUCTION

STUDIO

RECORDING & PRODUCTION
online services red

ARTISTI

IMMAGINE E PROMOZIONE

ARTISTI

IMMAGINE E PROMOZIONE
online services red

PLAY

STRUMENTI E ATTREZZATURE

PLAY

STRUMENTI E ATTREZZATURE

Come costruire uno studio di registrazione casalingo


Studio di registrazione casalingo (home recording studio)

Uno studio di registrazione casalingo (home recording studio) è un vero e proprio studio di registrazione realizzato all'interno di un'abitazione. I due principali fattori da tenere in considerazione per la realizzazione di un home studio riguardano da un lato l'insonorizzazione e il trattamento acustico della stanza e dall'altro la scelta di hardware e software di produzione musicale.

Ma andiamo per gradi..


Che differenza c'è tra insonorizzazione e trattamento acustico?

L'insonorizzazione riguarda l'isolamento acustico degli ambienti:

  • I suoni prodotti all'interno degli ambienti resteranno isolati - non saranno percettibili all'esterno
  • I suoni prodotti all'esterno degli ambienti resteranno isolati - non saranno percettibili all'interno 

Il trattamento acustico ha lo scopo di rendere più lineare possibile la nostra percezione acustica all'interno di un ambiente, ovvero il trattamento acustico di una stanza ha lo scopo di rendere l'acustica, per esempio del nostro home studio, o della nostra sala regia, sala ripresa ecc. più fedele. I nostri ambienti saranno quindi trattati in modo tale da:

  • Ridurre al minimo gli echi multipli, le cancellazioni di fase, le somme, le risonanze, gli eccessi di riverbero ecc.
  • Ottimizzare la linearità dei nostri ascolti

Invece, per quanto riguarda hardware e software di produzione musicale quali sono le scelte possibili? 

In materia di hardware potremo discutere a lungo: si tratta di selezionare una serie di processori di segnale audio (processori dinamica: compressori, equalizzatori, limiter.. processori effetti: riverberi, delay, chorus..). La selezione avviene in base a diversi fattoriì, si tratta di:

  • Gusto - abbiamo testato diversi processori audio e valutiamo quali siano quelli più adatti alle nostre esigenze
  • Economia - disponiamo di budget limitati e investiamo nei processori audio con il miglior rapporto prezzo/qualità
  • Riferimento - alcuni processori di segnale audio sono diventati standard di riferimento nel mondo delle produzioni, quindi siamo spesso condizionati nella scelta questi processori di segnale

Quanto detto per la selezione dei processori di segnale audio vale anche per la selezione di microfoni e di strumenti musicali di ogni tipo.


Ma quali sono i migliori hardware audio?

Esistono hardware ottimi ma non troppo adatti se applicati in un contesto musicale specifico e hardware di medio livello che si rivelano fantastici e usatissimi in un contesto musicale diverso. D'altro canto, hardware come SSL, NEVE, UNIVERSAL AUDIO e prodotti analoghi ci garantiscono, sempre e comunque, standard di processamento elevati (di fatto, molti produttori di hardware meno conosciuti di quelli appena citati - test alla mano - assicurano livelli di resa sonora anche superiori).


Tra i sistemi di produzione audio/MIDI esiste un software migliore degli altri?

Tra i software professionali come Cubase, Pro Tools, Digital Perfermor, Logic ecc. non credo si possa affermare che, a priori, uno sia migliore dell'altro: ciascuno di questi software di produzione musicale ha caratteristiche avanzate, pertanto alcune funzioni saranno meglio concepite in Cubase piuttosto che in Logic e altre funzioni saranno meglio concepite in Pro tools a discapito degli altri ecc., ma la scelta del software è spesso soggettiva: a questi livelli, impiegando uno o l'altro software di produzione audio, la qualità sonora del prodotto finito è spesso determinata dalle competenze e dal gusto del produttore.

Vale la pena di ricordare che, tra i software citati, Pro tools è attulmente l'unico che dispone di hardware DSP (Digital Signal Processing) propritario, pertanto la scelta di un sistema del genere non sarà tanto basata sul software quanto sulla potenza di calcolo del sistema stesso: nondimeno ma in modo diverso e meno immediato per l'utente medio, Cubase, attraverso il System Link, offre la possibilità di linkare più DAW (Digital Audio Workstation) tra loro, ottenendo di fatto tutta la potenza di calcolo necessaria al tipo di produzione richiesta - con questo sistema, impiegando generalmente Nuendo (anch'esso software Steinberg con architettura simile a Cubase), sono state realizzate alcune tra le produzioni audio/video più importanti al mondo.


Perché realizzare il nostro home studio?

Realizzare un home studio con buon trattamento acustico e unirvi un'ottima conoscenza dei processi di produzione musicale, ad oggi, anche grazie all'avanzamento della tecnologia, assicura la riuscita di prodotti audio di elevatissima qualità sonora, tutto ciò indipendentemente della 'mole' di hardware impiegato (molti studi di registarazione professionali dispongono di poco più che un PC, scheda audio di medio livello dotata di driver ASIO, e qualche plug-in); ci basti pensare che i dischi di molti tra gli artisti emergenti sono stati realizzati in casa, in un home studio come quello che potremo creare con poche centinaia (o qualche migliaio) di euro.


L'importanza del trattamento acustico

Trattare acusticamente (e, se necessario, insonorizzare) il nostro ambiente di lavoro è di fondamentale importanza ed è il primo passo da compiere sia per la realizzazione di un home studio, sia per la realizzazione di uno studio di registrazione professionale, eppure è una regola abbondantemente ignorata anche da molti professionisti: in un ambiente acusticamente problematico è difficilissimo, se non impossibile, creare prodotti di qualità.

Per esempio, se di fronte alla nostra console di lavoro la percezione delle basse frequenze risulta falsata in positivo, cioè si percepiscono molte basse, in fase di mixaggio tenderemo a tagliare quello stesso range di frequenze e, in tal modo, realizzeremo di fatto produzioni che riprodotte con impianti fedeli - o diversamente falsati - risulteranno prive di contenuto sonoro (nel caso di questo esempio prive di basse frequenze).

Appena effettuato il trattamento acustico ci occuperemo dell'attrezzatura: acquisteremo un PC/MAC performante, selezioneremo una scheda audio di buona qualità che disponga di ingressi e uscite necessarie alle nostre esigenze, acquisteremo il software di produzione audio/MIDI, monitor acustici e, magari, un controller MIDI, il tutto da contenere all'interno della nostra console (mobile da studio di registrazione).


Realizzare un Home Studio Low Budget

Quanto costa il trattamento acustico?

Se contatterai un'azienda specializzata per la realizzazione del trattamento acustico della stanza è probabile che tu spenda grandi cifre, ma documentandoti in rete, su riviste di settore e libri specializzati potrai acquisire le informazioni necessarie a ottenere un ottima acustica a basso costo.

Se acquisirai il minimo di competenza necessaria e disponi buona manualità, acquistando il legno necessario per realizzare le strutture idonee, lana di roccia di varie densità (in base alle frequenze da 'stoppare') e stoffa adatta alla tesatura, potrai trattare acusticamente la tua stanza ottenendo risultati fantastici e spendendo cifre davvero contenute; con lo stesso principio potrai trattare intere pareti, non solo realizzare pannelli acustici di varie dimensioni. E, con un po' di pazienza, potrai creare con le tue mani anche diffusori acustici di vario tipo, pannelli riflettenti e quanto altro si trovi già in commercio (spesso a prezzi sprositati).

E quanto costa l'attrezzatura?

Dipende: se disponi già di un buon computer, per realizzare un sistema essenziale dovrai affrontare soltanto i costi della scheda audio, dei monitor acustici e del software (prezzi a partire circa €1000).


Realizzare o acquistare un mobile da studio di registrazione

Personalmente credo che lavorare in un ambiente comodo, con tutto a portata di mano e ben ordinato e presentabile (sia ai nostri occhi, sia agli occhi dei nostri clienti) abbia un grandissimo valore: il confort e la soddisfazione dell'ambiente in cui operiamo ha un impatto positivo sul nostro lavoro. Provare per credere. Meglio produrre un disco usando un mixer SSL buttato in uno scantinato buio e umido (povero SSL) o mixare usando lo stesso SSL sistemato su un banco realizzato su misura, collocato in uno studio di registrazione luminoso e, magari, con vista mare? 

In commercio vi sono molte console da studio di registrazione che potrebbero interessarci; è possibile anche farne costruire una su misura per il nostro ambiente e per la nostra attrezzatura, ma in genere questa soluzione richiede qualche investimento economico in più rispetto ai mobili di catalogo (chi fosse interessato ad acquistare/realizzare un mobile per il proprio studio può contattarmi, in questo senso posso offrire diverse soluzioni).

Se disponiamo di tempo e buona volontà potremo invece divertirci a immaginare e costruire il mobile del nostro studio di registrazione: si tratta di prendere le misure, definire il design (anche ispirandosi a mobili già in commercio), scegliere il tipo di legno, acquistarlo e darsi da fare con seghetto alternativo, martello, tasselli, viti e cacciaviti. Oggettivamente, disporre di buona manualità è un requisito necessario per ottenere un buon risultato.

..Note Autore su Google+

inSoundStudioProject

Chi si occupa della struttura

avatar

Pablo

Fondatore

info@insoundstudio.com

Phone: 340 8927345

Milano, IT

20162 Via Grivola, 8
NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Non modificando le impostazioni del tuo browser ne accetti l'utilizzo. Cookie Policy

Cookie

Perché il sito di inSound Studio possa funzionare correttamente (e allo stesso tempo migliorare la tua esperienza di navigazione), in alcuni casi è necessario porre piccoli file di dati (cookie) sul tuo dispositivo. La maggior parte dei siti web funziona in questo modo.

Che cosa sono i cookie?

Un cookie è un piccolo file di testo contenente informazioni che un sito web salva sul tuo computer o dispositivo mobile mentre lo stai visitando. Permette al sito di ricordare per un certo periodo di tempo le tue azioni e le tue preferenze, come per esempio i tuoi dati di login, la lingua impostata, la dimensione del carattere e altre preferenze di visualizzazione che non avrai bisogno di impostare ogni volta che ritornerai a navigare sul sito o navigando tra una pagina e 'altra.

Come utilizziamo i cookie?

Un certo numero di nostre pagine utilizza i cookie per memorizzare:

  • L'autorizzazione data per l’utilizzo dei cookie sul sito
  • Le tue eventuali preferenze di visualizzazione (impostazioni di contrasto/luminosità, dimensioni del carattere)
  • Le risposte che hai dato a un sondaggio (per esempio per esprimere il tuo grado di soddisfazione del servizio ricevuto) o i dati che hai inserito in un modulo

Inoltre alcuni video incorporati nelle nostre pagine utilizzano cookie proprietari e di terze parti per raccogliere dati statistici anonimi finalizzati a comprende le tue azioni, come per esempio il tuo percorso di navigazione (da dove sei arrivato, come e quali video hai visitato). Lo stesso principio si applica per tue ricerche testuali: utilizziamo cookie proprietari e di terze parti per comprendere come sei arrivato a noi, che tipo di ricerche hai effettuato, che percorsi hai seguito, quante e quali pagine hai visitato sul nostro sito, in che punto l’hai abbandonato, il tutto con la finalità di favorire la tua e, in generale, l’esperienza degli utenti che visitano il nostro sito. I cookie ci aiutano a proporti servizi e/o prodotti più adeguati impiegando quindi anche strumenti di terze parti (cookie di terze parti): alcuni cookie potrebbero essere utilizzati per proporti offerte promozionali mirate durante la tua navigazione sul web.

Quali cookie utilizziamo?

inSound Studio utilizza i seguenti tipi di cookie:

  • cookies di sessione (che scadono al termine della navigazione)
  • cookies permanenti (che sono necessari a memorizzare i dati inseriti nei moduli di accesso, richiesta informazioni ecc.)
  • cookies di terze parti (utilizzati per fini statistici e commerciali, sono gestiti principalmente da Google Inc. e depositati presso i loro server)

Disabilitare i cookie

L'abilitazione dei cookie non è strettamente necessaria perché il sito web funzioni, ma farlo ti fornirà una migliore esperienza di navigazione. È possibile eliminare o bloccare i cookie, ma così facendo alcune funzionalità di questo sito potrebbero non funzionare come previsto.

Le informazioni relative ai cookie non vengono utilizzate per identificare gli utenti: i dati di navigazione acquisiti mediante cookie proprietari e la maggior parte dei cookie di terze parti restano esclusivamente sotto il nostro controllo.

I cookie di terze parti impiegati con finalità promozionali mirate durante la tua navigazione sul web sono invece messi a disposizione delle società erogatrici di tali servizi, come per esempio Google Adsense di Google Inc. che, mediante cookie e strumenti affini è in grado di proporre annunci pertinenti ai tuoi interessi reali. L’uso di questo tipo di cookie può essere disattivato in qualsiasi momento da parte dell’utente modificando le impostazioni attraverso il sito web del fornitore del servizio stesso (per esempio, per disattivare l’utilizzo di tutti o parte dei cookie da parte di Google è possibile seguire le informazioni contenute al link: https://support.google.com/adsense/answer/1348695?hl=it).

Accettazione

Navigando su inSound Studio accetti l’utilizzo dei cookie in conformità con il presente documento di Cookie Policy. Per eliminare/gestire i dati di navigazione potrai farlo attraverso le impostazioni della privacy del tuo browser, mediante il quale (generalmente) ti è permesso inoltre di impedire ai siti web il salvataggio di cookie.

RICORDA: così facendo potrebbe essere necessario regolare manualmente alcune preferenze ogni volta che visiti un sito, alcuni servizi e funzionalità potrebbero non funzionare e non potrai memorizzare password e dati inseriti nei moduli.