Recensione Cubase 7


inSound Studio Presenta il nuovo Cubase 7 | Recensione: Scopriamo il nuovo Cubase 7

Steinberg ha annunciato nel mese di novembre (2012) la tanto attesa uscita del software Cubase, ormai giunto alla versione 7! Cubase 7 non è semplicemente la naturale evoluzione di Cubase 6, è effettivamente molto di più. Per la prima volta dopo molti anni, gli ingegneri di casa Steinberg hanno rimesso le mani 'sulla carta' per ridisegnare completamente il Mixer di Cubase (adesso MixConsole), ottenendo risultati eclatanti in termini di praticità ed efficienza. Ma non si sono certo limitati a questo!


inSound Studio Project Presenta Cubase 7

Oltre al mixer rinnovato, tra le novità di spicco di Cubase 7 appaiono:

Il Vari Audio alla versione 2.0, che permette (oltre le sue funzioni base) di creare armonie vocali/strumentali in modo intuitivo, considerando il tipo di algoritmo da processare – come anche in passato – e molto altro. Il sistema Steinberg VST Connect SE – che permette agli user di Cubase 7 di collaborare a distanza (per esempio tra Roma e Milano, così come tra Palermo e New York)
Una serie di aspetti grafici funzionali all’operatività e che favoriscono la cognitiva dell’utente nell’approccio a Cubase 7 Nuovi plug-in, funzioni di channel strip integrate, meter analyzer (compreso di LU meter!), remote control e altro ancora La traccia Chord – che permette di generare sequenze di accordi con grande dinamica di settaggi automatici

Lancio Cubase 7

cubase7 lancio ridimens

Dopo aver effettuato l’istallazione (o update) di Cubase 7, al lancio notiamo questa volta Logo e scritta Cubase 7 su sfondo nero (prima era bianco), ma i primi veri cambiamenti, quelli più concreti, ci appaiono nella finestra Steinberg Hub (ex Assistente di Progetto).

06 Touching base 01 Steinberg Hub

La finestra Steinberg Hub del nuovo Cubase 7 si presenta a schermo intero (premere esc per uscirne senza effettuare alcuna operazione) ed è suddivisa in due parti: lato sinistro, lato destro:

  • Il lato destro mostra ogni voce presente nell’Assistente del Progetto conosciuta a qualsiasi utente delle versioni di Cubase 6 o Cubase 6.5
  • Il lato sinistro mostra in una prima fase la dicitura ‘Connecing’ (richiede l’accesso a internet mentre si connette al server), dopodiché mostra le voci News, News Features, Quick Start e Advanced – si tratta fondamentalmente di una sezione dedicata alle ultime novità di Cubase e una serie di interessanti video tutorial [notiamo un bug di Cubase 7 su windows 7 - probabilmente dovuto all'installazione (su altre DAW è ok) -, mentre su Mac alla versione Lion tutto risulta perfettamente funzionante]!

Finestra Cubase 7

Finestra Progetto project windows Cubase 7

Appena settate le cartelle (quella di default e quella del progetto da realizzare) compare la Project Window di Cubase 7, ben riconoscibile rispetto alla versione di Cubase 6.5 ma a sua volta leggermente variata sotto il profilo grafico:

  • Lo sfondo compare grigio/blu (ma è modificabile in File > Preferenze > Aspetto) – è quindi una semplice questione di setting delle preferenze dell’aspetto di Cubase
  • I pulsanti di trasporto (presenti, appunto, sulla barra di trasporto – attivabile dal menu trasporto o premendo F2 da tastiera) appaiono in parte modificati nelle loro stesse icone e si presentano in bianco e nero (prima erano a colori: potremo ritenere questa una pecca simile alla pecca delle icone variate in Lion rispetto a Snow Leopard – Mac)

Transport Bar Barra di Trasporto Cubase 7

  • Nella parte alta della track list del nuovo Cubase 7 compare un’icona di ricerca che ha lo scopo di filtrare i nomi delle tracce presenti nella lista con il fine di snellire la procedura di ricerca (utile in caso di progetti complessi costituiti di molte tracce)

Ricerca Tracce Finestra Progetto project windows Cubase 7


Aggiunta traccia audio in Cubase 7

Add Track Aggiunta Traccia Cubase 7È quindi arrivato il momento di aggiungere la nostra prima traccia audio in Cubase 7: la procedura per aggiungere le tracce è rimasta invariata, è sufficiente un click destro sulla track list o seguire il percorso Progetto > Aggiungi Traccia. Una volta scelta la traccia audio, a parte le (anche in questo caso) lievi variazioni grafiche, notiamo che nel pannello per l’aggiunta compare una nuova voce: Nome Traccia. Sarà quindi possibile aggiungere la traccia e nominarla senza dovere effettuare successive operazioni – funzione non di vitale importanza, ma certamente utile sia al professionista sia all’appassionato che non ha tempo da perdere.

Nell’inspector della traccia compaiono alcune voci in più rispetto al passato Cubase 6.5 (il quale mi sembra già lontano nonostante lo abbia usato e insegnato fino ad oggi stesso); si tratta delle voci: Traccia Accordi e Strip.

Strip Channel Track Section Cubase 7Lo Strip del Channel permette l’attivazione di Noise Gate, Compressor, Posizione EQ, EnvelopeShaper, Tape Saturation e Maximizer su ciascun canale (molto interessante) | Alcuni Plug-in sono intercambiabili, per esempio al posto del Maximizer è possibile inserire un Limiter ecc.
Chord Track Sezione Traccia Accordo Cubase 7La voce Traccia Accordi ci permette di selezionare una serie di parametri relazionati alla Traccia Accordi (altra nuova funzione di Cubase 7), addizionabile dalla Track List o, come prima detto per la traccia audio, seguendo il percorso Progetto > Aggiungi Traccia.

Edit dei Canali Audio in Cubase 7

Invece, cliccando sull’edit del canale (tasto e) – su traccia, nell’inspector o nel mixer (MixConsole) – scopriamo un channel ridisegnato del tutto; di default troviamo (dall’alto verso il basso e da destra verso sinistra):
 

Edit Channel Cubase 7

 
Una serie di nuove voci, quali input, traccia e selezione, ricerca, output ecc.
Insert e strip selezionabili
Visione globale del channel strip (nella sezione in cui eravamo abituati ad avere esclusivamente l’EQ) ed Equalizzatore selezionabili – l’EQ appare diverso graficamente e aggiunge l’utilissima funzione di Spectrum Analyzer integrata; l'EQ può essere gestito mediante potenziometri o controlli standard – ma compare anche una nuova sezione, utile al filtraggio e alla rotazione di fase (180°)
Mandate e Mandate Cue selezionabili
Fader e funzioni di Solo, Mute ecc. – la voce edit e del canale appare come E in un riquadro
Il Panner è selezionabile (mediante clic destro) nelle modalità Stereo Combinato e Balance Stereo, mentre prima era presente anche la funzione Panner Stereo Dual

Finestra VST Instrument Cubase 7

Apriamo adesso la finestra VST Instrument (F11 da tastiera oppure Menu Periferiche > VST Instrument); effettuando un click sinistro su una qualunque slot nera tra le presenti (con sullo sfondo scritto no instrument) notiamo con piacere l’aggiunta di un filtro per la ricerca degli strumenti installati e la loro relativa suddivisione per marca con cartella espandibile mediante click sinistro sul simbolo +. Il resto di questa sezione resta invariato, ma come è stato possibile notare durante l’installazione di Cubase 7, le librerie di alcuni plug-in sono state aggiornate
VST Instrument Cubase 7

Traccia Instrument Cubase 7

Aggiungendo anche una traccia Instrument notiamo comparire nell’inspector le due voci aggiuntive Traccia Accordi e Strip, mentre sulla traccia stessa compare un nuovo pulsante che ci permette di compensare la latenza ASIO, ma a un primo sguardo veloce non notiamo altro di significativo
Traccia Instrument Cubase 7

Traccia Accordi Cubase 7

Chord Track Traccia Accordo Cubase 7La traccia accordi è una novità assoluta di Cubase 7 e risulterà utile sia ai neofiti sia agli sperimentatori più addentrati in Cubase. La traccia accordi permette di definire su spazi temporali esatti il tipo di accordo che si intende eseguire all’interno del progetto in lavorazione; è possibile definire il tipo di Voicing preferito (oppure lasciare un setting automatico) – la stessa cosa è valida anche per il tipo di scale – mentre tra i parametri del voicing è possibile:

list checkboxDefinire lo stile di esecuzione degli accordi (triadi, triadi con aggiunta della 9 e altro ancora)
list checkboxSettare le opzioni (aggiunta o duplicazione delle fondamentali e allargamento dello spettro sonoro – ma in questo caso, con alcuni strumenti in particolare, occhio alla fase!)
list checkboxDefinire un intervallo per il voicing

Attraverso il Chord Assintant è possibile usare sequenze di accordi prestabile anche senza essere compositori, sequenze che variano dal Pop al Jazz ecc.; è inoltre possibile ottenere una serie di suggerimenti sul tipo di accordo da inserire in caso di dubbio e valutarne di conseguenza il risultato.

Inoltre, tutti gli accordi prodotti mediante la traccia accordi possono essere trasferiti (nota per nota) all’interno di una parte midi, ovvero direttamente nell’editor dei tasti (key editor) di Cubase 7, mediante l’apposita voce presente nell’inspector!

Della traccia accordi non abbiamo ancora detto tutto, non resta che scoprirla personalmente più da vicino.


Steinberg VST Connect SE Cubase 7

VST Connect SE Cubase 7Per tutti i musicisti che si trovino fisicamente in studi di registrazione, città o stato diversi, il sistema Steinberg VST Connect SE permette di connettersi durante la lavorazione di un disco grazie alle funzioni di Talkback, Chat, Audio e Video Streaming in tempo reale! Ma il VST Connect SE permette di comunicare con i partner anche quando Cubase non è in uso; per fare ciò è sufficiente installare la versione VST Connect SE Standalone scaricabile gratuitamente sul sito di Steinberg. In sintesi, il Sistema VST Connect SE permette agli users di Cubase 7 di:
 
list checkboxCollaborare con i propri partner di tutto il mondo
list checkboxScambiarsi i dati in tempo reale grazie all'affidabile sistema peer-to-peer
list checkboxBeneficiare delle funzioni di Talkback, Chat, Audio e Video Streaming in real time
 

Impostazioni di progetto di Cubase 7

Impostazioni Progetto Cubase 7
Vi sono varie novità nella Finestra delle Impostazioni di Progetto di Cubase 7, a partire dal tipo di HMT (e relativa profondità) per arrivare al volume massimo (guadagno) di ogni canale, settabile a + 6 dB (come precedentemente) o a + 12 dB, permettendoci quindi un incremento pari al doppio del volume sui channel.

Mixer (MixConsole) di Cubase 7

Mix Console Mixer Cubase 7
Troviamo la MixConsole di Cubase 7 fantastica, intuitiva e funzionale! È possibile escludere la visualizzazione dei vari tipi di canale (audio, midi ecc.) dal mixer in modo ancora più semplice rispetto alle precedenti versioni del software, ma in Cubase 7, con un banalissimo click, è anche possibile:
 
Visualizzare/nascondere i canali selezionati
Visualizzare i canali contenenti dati (in differenti modalità)
Visualizzare i canali che sono collegati al primo canale selezionato
 
E, soprattutto, tramite la lista presente sulla sinistra della finestra è possibile selezionare (per nome) i canali da visualizzare/escludere, indipendentemente dal loro gruppo di appartenenza.
 
Il rack è totalmente personalizzabile dal punto di vista della visualizzazione/esclusione di insert, send, channel strip e quant’altro a disposizione in Cubase 7.
 
Invece, a proposito di:
  • Assegnazione
  • Filtraggio, gain e rotazione di fase
  • Insert
  • EQ
  • Channel strip
  • Mandate (Send)
  • Mandate cue
  • Controlli rapidi
  • Pannelli delle periferiche

Questi ultimi trovano al primo sguardo una disposizione logica e immediata nella parte superiore del nuovo mixer di Cubase 7 e sono selezionabili tramite una sorta di menu a tendina, grazie al quale è possibile richiamarne le funzioni principali con un click.

Il nuovo mixer (MixConsole, non ci entra ancora in testa!) di Cubase 7 offre anche possibilità di visualizzazione dinamica, una più adatta a certi tipi di monitor (come per esempio i monitor dei Notebook) e una più adatta ad altri tipi di monitor (monitor più grandi), permettendo all'user di concentrarsi soltanto su alcune sezioni o canali, il tutto corredato da funzioni di setting per richiamare 'al volo' le configurazioni settate in precedenza (lavorando con più monitor è possibile attivare anche la modalità schermo intero).

È stata inoltre introdotta la possibilità di associare qualsiasi tipo di traccia a un’immagine che la rappresenta (come già possibile da tempo in altri software e fin ora non considerato rilevante dalla Software House Tedesca); non si tratta certo di una funzione indispensabile ma risulta sicuramente utile alla navigazione interna di Cubase. L'immagine può essere scelta sia effettuando un click sul lato sinistro (in uno spazio vuoto) di una traccia presente nella track list, sia nell'apposito spazio predisposto nel mixer [visibile selezionando l'apposita voce Immagini presente in "Configura il Layout della Finestra", icona in alto a sinistra della MixConsole di Cubase 7 (shortcut Shift + F2)].

Durante l'inserimento dell'immagine notiamo un altro piccolo bug di Cubase 7 (questa volta sia su mac sia su Pc): in certi casi, pur cliccando nell'apposito spazio, non risulta possibile inserire l'immagine! Ma tra breve verrà risolto anche questo problemino; un bug fix (come ogni software hause seria mette in conto) è stato ampiamente previsto per questo stesso mese di Dicembre (2012) e sarà quindi disponibile in men che non si dica!

Presente nella MixConsole di Cubase 7 è da notare un’altra interessante funzione introdotta per favorire l’immediatezza d’esclusione di Insert, Eq, Channel Strip e Send insieme alla possibilità di abilitare/escludere lettura e scrittura delle automazioni e alla possibilità di disattivare tutti i Solo, i Mute e gli Stati di Ascolto!

Per quanto riguarda il mixer (MixConsole) non abbiamo per esempio nominato:

  • la nuova pratica funzione di ricerca dei channel
  • le palette dello zoom per la riduzione/ingrandimento di channel e sezioni varie
  • le funzioni di ricerca dei plug-in e altro

Mentre per quanto riguarda i Plug-in non abbiamo citato:

  • la possibilità di alternare le configurazioni A/B
  • la possibilità di copiare la configurazione A in B sui plug-in anche di terze parti
  • e altro ancora

Ci sarebbe onestamente ancora molto da dire, ma insomma, senza dilungarci oltre, Cubase 7 appare come un ottimo software sia dal punto di vista estetico sia dal punto di vista funzionale. Adesso punto non ci resta che attendere le prime esperienze e feedback degli users di tutto il mondo (noi compresi) che permetteranno a Steinberg di risolvere alcuni inevitabili e più o meno piccoli bug presenti - come è naturale che sia - in questo nuovo (benvenuto!) software next generation!

Buon Cubase 7!


Per frequentare un Corso Certificato di Cubase

chiedi info freccia bianco

 ..Note Autore su Google+

inSoundStudioProject

Chi si occupa della struttura

avatar

Pablo

Fondatore

info@insoundstudio.com

Phone: 340 8927345

Milano, IT

20162 Via Grivola, 8
NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Non modificando le impostazioni del tuo browser ne accetti l'utilizzo. Cookie Policy

Cookie

Perché il sito di inSound Studio possa funzionare correttamente (e allo stesso tempo migliorare la tua esperienza di navigazione), in alcuni casi è necessario porre piccoli file di dati (cookie) sul tuo dispositivo. La maggior parte dei siti web funziona in questo modo.

Che cosa sono i cookie?

Un cookie è un piccolo file di testo contenente informazioni che un sito web salva sul tuo computer o dispositivo mobile mentre lo stai visitando. Permette al sito di ricordare per un certo periodo di tempo le tue azioni e le tue preferenze, come per esempio i tuoi dati di login, la lingua impostata, la dimensione del carattere e altre preferenze di visualizzazione che non avrai bisogno di impostare ogni volta che ritornerai a navigare sul sito o navigando tra una pagina e 'altra.

Come utilizziamo i cookie?

Un certo numero di nostre pagine utilizza i cookie per memorizzare:

  • L'autorizzazione data per l’utilizzo dei cookie sul sito
  • Le tue eventuali preferenze di visualizzazione (impostazioni di contrasto/luminosità, dimensioni del carattere)
  • Le risposte che hai dato a un sondaggio (per esempio per esprimere il tuo grado di soddisfazione del servizio ricevuto) o i dati che hai inserito in un modulo

Inoltre alcuni video incorporati nelle nostre pagine utilizzano cookie proprietari e di terze parti per raccogliere dati statistici anonimi finalizzati a comprende le tue azioni, come per esempio il tuo percorso di navigazione (da dove sei arrivato, come e quali video hai visitato). Lo stesso principio si applica per tue ricerche testuali: utilizziamo cookie proprietari e di terze parti per comprendere come sei arrivato a noi, che tipo di ricerche hai effettuato, che percorsi hai seguito, quante e quali pagine hai visitato sul nostro sito, in che punto l’hai abbandonato, il tutto con la finalità di favorire la tua e, in generale, l’esperienza degli utenti che visitano il nostro sito. I cookie ci aiutano a proporti servizi e/o prodotti più adeguati impiegando quindi anche strumenti di terze parti (cookie di terze parti): alcuni cookie potrebbero essere utilizzati per proporti offerte promozionali mirate durante la tua navigazione sul web.

Quali cookie utilizziamo?

inSound Studio utilizza i seguenti tipi di cookie:

  • cookies di sessione (che scadono al termine della navigazione)
  • cookies permanenti (che sono necessari a memorizzare i dati inseriti nei moduli di accesso, richiesta informazioni ecc.)
  • cookies di terze parti (utilizzati per fini statistici e commerciali, sono gestiti principalmente da Google Inc. e depositati presso i loro server)

Disabilitare i cookie

L'abilitazione dei cookie non è strettamente necessaria perché il sito web funzioni, ma farlo ti fornirà una migliore esperienza di navigazione. È possibile eliminare o bloccare i cookie, ma così facendo alcune funzionalità di questo sito potrebbero non funzionare come previsto.

Le informazioni relative ai cookie non vengono utilizzate per identificare gli utenti: i dati di navigazione acquisiti mediante cookie proprietari e la maggior parte dei cookie di terze parti restano esclusivamente sotto il nostro controllo.

I cookie di terze parti impiegati con finalità promozionali mirate durante la tua navigazione sul web sono invece messi a disposizione delle società erogatrici di tali servizi, come per esempio Google Adsense di Google Inc. che, mediante cookie e strumenti affini è in grado di proporre annunci pertinenti ai tuoi interessi reali. L’uso di questo tipo di cookie può essere disattivato in qualsiasi momento da parte dell’utente modificando le impostazioni attraverso il sito web del fornitore del servizio stesso (per esempio, per disattivare l’utilizzo di tutti o parte dei cookie da parte di Google è possibile seguire le informazioni contenute al link: https://support.google.com/adsense/answer/1348695?hl=it).

Accettazione

Navigando su inSound Studio accetti l’utilizzo dei cookie in conformità con il presente documento di Cookie Policy. Per eliminare/gestire i dati di navigazione potrai farlo attraverso le impostazioni della privacy del tuo browser, mediante il quale (generalmente) ti è permesso inoltre di impedire ai siti web il salvataggio di cookie.

RICORDA: così facendo potrebbe essere necessario regolare manualmente alcune preferenze ogni volta che visiti un sito, alcuni servizi e funzionalità potrebbero non funzionare e non potrai memorizzare password e dati inseriti nei moduli.